Recensioni

Recensione “Un nastro color lavanda ” di Heather Burch

Ciao a tutti!
Sono tornata e quest’oggi vorrei parlarvi di un libro che ho trovato non bello, DI PIU!! Si tratta de ” Un nastro color lavanda”, letto in pochissimo tempo! All’inizio credevo di essere finita nel blocco del lettore, ma fortunatamente non è andata così! Sono assai felice perché questo è uno di quei libri di cui ti aspetti poco ma poi si rivelano essere migliori di quel che sembrano! Quindi io direi che è arrivato il momento di iniziare. Vi lascio di seguito le info sul libro e una trama, qualora foste interessati a leggerlo!

TITOLO: Un nastro​ color lavanda
AUTORE: Heather Burch
EDITORE: Amazon Crossing
PAGINE: 368
GENERE: Sentimentale
PREZZO: (varia spesso ) Ebook 3,99€/ Brossura 9,99€
TRAMA: Come può una pila di lettere d’amore scritte da un eroe della Seconda Guerra Mondiale, e rimaste nascoste per tanto tempo, ispirare una donna dal cuore spezzato a ricominciare ad amare?

Sconvolta da un brutto divorzio, Adrienne Carter lascia Chicago e si rifugia nel sole, nella sabbia e nella bellezza della Florida meridionale, buttandosi a capofitto nella ristrutturazione di una vecchia casa sulla spiaggia in stile vittoriano, ormai fatiscente. Subito dopo avere iniziato i lavori, scopre una scatola di latta nascosta in soffitta, che racchiude le commoventi lettere scritte da un paracadutista della Seconda Guerra Mondiale a una giovane donna, che aveva vissuto nella casa oltre mezzo secolo prima.

Le vecchie lettere, incredibilmente poetiche e romantiche, trascendono il tempo e suscitano in Adrienne una curiosità che la porta a ricercare il loro autore. William “Pops” Bryant è oggi un uomo anziano che abita in un paese vicino insieme a Will, il suo affascinante ma iperprotettivo nipote. Man mano che Adrienne comincia a svelare i segreti delle lettere, e dei Bryant, scopre di non essere ancora disposta a rinunciare del tutto all’amore.

RECENSIONE: 

Cosa fareste voi se vi doveste trovare davanti ai vostri piedi una scatola assai misteriosa? Io per quanto sono curiosa la aprirei indifferentemente da quello che potrei trovarci dentro. Che siano foto, che siano cianfrusaglie, che siano oggetti smarriti. Ma quando ti ritrovi davanti a delle lettere risalenti alla seconda guerra mondiale non puoi che leggerle. È come catapultarsi ai vecchi tempi, entrare dentro le persone e capire quello che stanno passando, ovvero che hanno passato. A mquanto può essere difficile per i soldati essere così lontani dal proprio amore e dalla propria famiglia. Ed è qui che la protagonista,  Adrienne, scopre l’amore fra William e Gracie. Scopre finalmente il valore del vero amore tanto che, inebriata, va alla ricerca di William. È da qui che inizia la sua “avventura”. Dopo il divorzio, lei decide di trasferirsi in un’altra città lontana da dove era prima. È così che conosce gli altri due protagonisti del libro, William conosciuto come Pops, e suo nipote William.

L’autrice è riuscita a descrivere i personaggi in modo semplice, a parte il carattere di William, che io ho trovato un po’ scorbutico all’inizio. Ma allo stesso tempo l’ho trovato carino. Adrienne, la protagonista principale, invece, ha tutte le qualità della donna perfetta, anche se agli occhi del suo ex marito non era così. Mentre per quanto riguarda il veterano di guerra, Pops, La sua storia mi ha commosso tantissimo. Non voglio prolungarmi molto perché non voglio togliervi il bello del libro sarà a voi scoprire la storia di William. Ma vi posso assicurare che il libro è molto scorrevole, prende dalle prime pagine e che anche voi, come me, non staccherete gli occhi dalle pagine. Feci anche una recensione su Instagram, dando 4,5/5 stelline, perché per quanto mi riguarda, il carattere del personaggio di William, il nipote intendo, anche se ho detto che è carino, non mi sono piaciute alcune cose. Perché ci sono state un paio di volte che ha trattato male la protagonista, e per come sono fatta io mai avrei permesso ad un estraneo di trattarmi così. È stato un po’ esagerato.

Però, tutto sommato il libro mi è piaciuto davvero davvero tanto e credo che sarà uno di quei pochi che rileggerò. Non so dirvi con esattezza se di questo libro però ho un personaggio preferito, perché non mi rispecchiò in nessuno. Forse simpatizzato Pops, che nonostante i suoi 70 e passa anni ha uno spiccato senso dell’umorismo e ancora tanta voglia di vivere. Chissà che un giorno anche io arriverò alla veneranda età di ottant’anni e mi viene ancora voglia di saltare i fossi per la lunga?

E niente, tutto sommato vi ripeto per l’ennesima volta che questo libro è bellissimo e dovete leggerlo!!! Si é un obbligo!! Scherzo, spero però che vi garba il mio parere.

Alla prossima, un abbraccio,

Vale 🌸

Annunci

One thought on “Recensione “Un nastro color lavanda ” di Heather Burch

  1. Bellissima recensione, conferma la mia curiosità sul libro🙊 io ho una passione per gli oggetti d’antiquariato, sprigionano dentro di me delle emozioni indescrivili, adoro anche leggere romanzi storici *-*

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...