Recensioni · Segnalazioni

Recensione e segnalazione di Dark Dreams di Viola Musaraj

Ciao a tutti e benvenuti in questo nuovo articolo dove vi segnalo e recensisco un romanzo di un’autrice emergente anche se credo che ormai sia abbastanza conosciuta sul mondo di Instagram.
Si tratta di Viola Musaraj, l’autrice dello Young Adult dal titolo “Dark Dreams”.
Ha dato il via al suo successo prima su Episode Interactive App e dopo il grande pubblico ottenuto, più di 10 milioni di lettori online, ha deciso di farne un romanzo.
Questa applicazione non l’ho ancora provata ma è nella lista delle cose da fare prima della fine del 2017. ​
Detto questo, prima di dire esattamente ciò che penso sul libro, vorrei spiegarvi alcune cose.

Parto dal principio: Viola mi contattò privatamente su Instagram chiedendomi se ero disposta a leggere e recensire il suo romanzo e li per li mi sono trovata in difficoltà.
È stata la seconda persona ad avermi fatto questa proposta e questa volta non avrei rifiutato.
Alla prima rifiutai perché non me la sentii di assumermi questo tipo di responsabilità per il semplice fatto che, se il romanzo non mi fosse piaciuto o più che altro interessato abbastanza, avrei avuto molti problemi su cosa dire.
Però, questa volta, le cose erano un po diverse. Quello che mi ha spinto a dare la possibilità a questo libro è stato il suo genere, ovvero un misto di Young adult e thriller. I miei generi preferiti.

Vi lascio qui di seguito la trama del libro:

Goldmist è una città troppo ricca di sola parvenza per una ragazza come Sarah, che ama vestirsi di semplicità e indossare sempre una margherita bianca tra i capelli. Denigrata dalla quasi totalità dei facoltosi studenti della prestigiosa Union Hill, per via delle sue disagiate condizioni economiche e delle sue umili origini, Sarah deve lottare ogni giorno contro pregiudizi e insicurezze. Solo due ragazzi, Dick e Jay, entrambi bellissimi, riusciranno a cogliere la sensibilità di Sarah, facendole battere forte il cuore per la prima volta. Finalmente la sua vita, tormentata da innumerevoli cadute e umiliazioni, sembrava aver preso la piega giusta: Sarah aveva scelto tra Dick e Jay, era innamorata. Mai avrebbe pensato di dirlo a se stessa, ma era felice. Se solo non avesse stretto quel patto con Urban Skull e quella notte non fosse stata minacciata di scavare a mani nude la terra umida di quel parco. Se solo non avesse trovato quelle ossa e non avesse letto quel nome ricamato su quel pezzo di stoffa intriso di sangue.

wp-image-247582434

RECENSIONE

Ho trovato questo romanzo abbastanza sorprendente.
L’approccio al libro è stato molto lento, ma dopo qualche capitolo ha iniziato a prendermi, tanto che l’ho letto in pochi giorni.
È una lettura molto leggera che non richiede poi così tanta concentrazione. La cosa che più mi è piaciuta è stata la determinazione della protagonista Sarah, in quanto lei nella sua scuola si sente esclusa perché non fa parte della cosiddetta “piramide sociale” che hanno appeso su una parete del corridoio.

Grazie ad un vociare, coglie l’occasione di interagire con il resto degli studenti e decide così di partecipare ad una festa in maschera. Balla, beve e la mattina dopo si ritrova nuda in un letto a lei sconosciuto.
Cosa le è successo quella notte? Ed è proprio da lì che “l’avventura” di Sarah ha inizio.
Indagando viene a conoscenza di cose sconcertanti e la sua vita ha una svolta, si ritrova così innamorata di una persona che non avrebbe mai immaginato potesse interessargli.
Ho solo questo piccolo problema: l’approccio che ho avuto con Jay e Dick, purtroppo, non mi convince molto. Fanno parte di quella categoria di Bad Boy che non mi piace. Perciò non ho apprezzato molto i personaggi. Per non parlare delle tre ragazze della scuola. Le ho odiate, talmente tanto, che mi veniva voglia di saltare le parti dove venivano nominate.

Un’altra cosa che mi ha leggermente deluso è che di thriller c’è ben poco, mi aspettavo qualcosa di più, però, il modo in cui ci lascia la fine del romanzo, con quella grandissima suspense, quindi non vedo l’ora di leggere il seguito per scoprire insieme a Sarah il significato di ciò che trova.

 Voto finale 4/5🌟

Annunci
Recensioni

Recensione “Ogni giorno” di David Levithan

Salve a tutti, come promesso nel articolo precedente, vedo di recuperare le recensioni delle mie letture estive.

Il romanzo di cui vi parlerò è bellissimo, molto surreale ma veramente fantastico. Me lo consigliò una mia carissima amica e l’ho letto subito. Me ne sono innamorata, letteralmente. Come il “personaggio” principale si è innamorato di Rhiannon.

Vi lascio di seguito la trama:

Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattr’ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon: chiudere, gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile: per la prima volta innamorato, A cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona, anche se in un corpo diverso. Rhiannon s’innamora a sua volta dell’anima di A, ma dimenticare il suo involucro è difficile, e pian piano la relazione con i mille volti di A si fa più delicata di un vetro sottile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, inizia a lasciare nelle esistenze quotidiane tracce e strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge…

wp-image-52635522
Mini recensione:

Oltre a dirvi quanto sia bello questo libro, è anche scritto una meraviglia. L’autore deve aver avuto il libro dei nomi davanti visto la quantità di personaggi in cui l’anima di A si impossessa. La cosa che mi è piaciuta molto è stata quella che, nonostante si risveglia in corpi diversi ogni mattina, A fa di tutto pur di stare con la sua amata; ci saranno pianti, litigi, viaggi a vuoto, ma quando c’è di mezzo l’amore, si fa tutto quello che si può fare. Però in tutto questo ho trovato anche divertente una parte di cui, purtroppo, non posso parlarvene, altrimenti spoilero il bello del libro.
Il finale è stato tristissimo, ho pianto, speravo in un happy ending ma immaginavo come sarebbero andate le cose.

Tutto sommato è stata una lettura piacevole, ve la consiglio.
Ho valutato questo libro con 5/5 🌟
Alla prossima, vale 💞

Recensioni

Recensione Ps: i Like you di Kasie West

Buongiorno a tutti! Sono tornata ad essere attiva sul blog. Da oggi come nei prossimi articoli ci saranno recensioni dei libri più belli che ho letto quest’estate!

Inizio dall’ultimo libro che ho finito proprio ieri, e si tratta del carinissimo romanzo di Kasie West, Ps: I like you.

TRAMA
Il sogno di Lily è comporre canzoni. Scrive versi ovunque le capiti. Anche durante le lezioni che proprio non riesce a digerire, per esempio quelle di chimica. Almeno fino al giorno in cui l’insegnante, esasperato dalla sua disattenzione, fa sparire dal suo banco qualsiasi oggetto possa distrarla: tutto tranne un foglio e una penna per prendere appunti. Ma la passione è più forte di tutto. E così Lily inizia ad appuntare versi sul banco, sperando che nessuno se ne accorga. Qualcuno però la scopre. Qualcuno che legge e aggiunge parole alle sue, sul banco. A ogni lezione di chimica. Tre volte a settimana. Quella che nasce tra Lily e il suo misterioso interlocutore è una vera e propria corrispondenza, che la entusiasma, le dà energia e la spinge a trasformare quelle frasi in testi di canzoni. Quanto può durare la magia?

RECENSIONE

Appena ho iniziato a leggere questo romanzo ho subito pensato “sarà la solita cagata di libro”. L’ho subito trovato molto adolescenziale per i miei gusti. Soprattutto per il modo in cui è scritto. Ma la volete sapere la verità?
Mi è piaciuto cosi tanto che tutto ciò che avevo pensato a riguardo è finito nel dimenticatoio.
Ha quel non so che di entusiasmante che ti porta a terminare di leggerlo nel giro di poco perché vuoi sapere come va a finire la storia delle lettere scambiate sotto il banco. Come dire, è molto romantico. Quando, poi, si scopre chi è l’autore delle lettere, cosa che sospettavo fin dal inizio, oltre ad essermi sbalordita, mi sono messa a piangere. Shame on me.
I personaggi mi sono piaciuti tutti, anche i fratellini “mostro numero 1 e 2” come li chiama Lily. Stavo per fare un mega spoiler ma fortunatamente mi son trattenuta! Visto che per quanto riguarda la storia non posso più dire niente, vi dico solamente che se cercate una lettura veloce, romantica ed entusiasmante, questo è il libro giusto per voi.
Voto finale: 5/5 🌟

Recensioni

°°Recensione°° Crepapelle di Paola Rondini

Buongiorno Lettori,
della serie ogni tanto ritornano. Scusate l’assenza :(!

Oggi vi parlo di un libro che mi è stato gentilmente inviato dalla Casa Editrice Intrecci Edizioni.
Vediamo insieme di che cosa parla.

********************************

51u+fwLEBVL._SX348_BO1,204,203,200_

TITOLO: Crepapelle
AUTORE: Paola Rondini
PUBBLICAZIONE: 22 Giugno 2017
PAGINE: 176
PREZZO: 14,00€ Brossura
TRAMA: Un foglio di carta (carta buona e spessa) pieno di frasi all’apparenza senza senso e firmato “Crepapelle” è ciò che Edo, anziano dalla pelle ambrata e dalle spalle resistenti, maestro nel fare il nodo alla cravatta, distribuisce una volta al mese agli automobilisti fermi al semaforo, distogliendoli dalla frenesia di un’altra giornata frettolosa. Per Giacomo, chirurgo plastico dal successo programmato con cura maniacale, quel foglio e quella firma diventano un elemento di disturbo che o offusca l’occhio millimetrico e rende insicuro il bisturi. La sua routine trionfale salta e, nell’esplosione, si frantuma anche la vita di una sua paziente, già sedata e pronta a ricevere la sua dose di futuro. Leiè Greta, una ragazza di cinquant’anni, fresca di divorzio e in corsa per la sua seconda chance. Da quel momento, per i due protagonisti niente sarà più come prima e niente tornerà al suo posto.

********************************

Dunque, non ci giro intorno perchè non mi va.
Io e questo libro non siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Ho provato a ricominciarlo due volte, ma niente non riesco a proseguire con la lettura.
Purtroppo direi, perchè trama e copertina mi avevano attirata parecchio. Invece, con rammarico, devo dire che non mi è piaciuto. Sarò io in periodo nero per la lettura, sarà che la scrittura non è fluida come la preferisco io, lessico ricercato, non lo so.
Sicuramente, quando sarò di nuovo in carreggiata buona lo riprenderò in mano e, spero, di poter modificare questa recensione da negativa a positiva.

Mi spiace molto per l’autrice, so che è molto amata, ma il colpo di fulmine con me non c’è stato :(!

Spero che questa recensione possa essere stata in qualche modo utile, anche se molto corta ma quando mi va male una lettura non so esattamente cosa dire.

Alla prossima.
Besos :*

Lexie

Recensioni

°°Recensione°° Luna. Il sequestratore di Graal Antonio Alvares

Buona sera a tutti Lettori,
come state? come state passando l’estate?
Io tutto bene, da qualche giorno si sta un pochino meglio causa pioggia e maltempo che, finalmente, hanno portato un po di fresco *.*!

Passiamo alle cose concrete. Stasera faccio una recensione su un libro che devo recensire da tempo, sto parlando di “Luna. Il sequestratore di graal” di Antonio Alvares che mi è stato gentilmente inviato dalla Intrecci Edizioni.

Vediamo insieme di cosa parla.

********************************

b52d9a85-05be-4d7a-82dd-481a0f46e055

TITOLO: Luna. Il Sequestratore di graal
AUTORE: Antonio Alvares
PUBBLICAZIONE:  30 Novembre 2016
PAGINE: 434
PREZZO: 18,00€ Brossura
TRAMA: Il tempo è come una scacchiera. I pezzi che lo compongono sono le persone, coinvolte loro malgrado in una sfida senza fine tra destino e speranza. In palio ci sono le loro vite e ogni mossa potrebbe essere l’ultima. Sopra questa “tavola”, collocata in una realtà che al tempo stesso è e non è il nostro mondo, c’è Indra Vr’ta, flyballer professionista alle prese con un brutto scherzo riservatogli dagli Dei in cui crede ciecamente. C’è Selfant O’dinn, comandante stellare della Asgard, costretto ad abbordaggi e battaglie a gravità zero per colpa degli assalti dei pirati che infestano il Sistema Solare. C’è Jeanette Finn, casalinga telecineta costretta in una prigione mentale a causa del raro dono che possiede… E molti altri personaggi. Ancora non lo sanno, ma ogni alfiere e pedone, ogni cavallo e torre, è in attesa che scenda in campo il pezzo più pregiato. Luna, la viaggiatrice dal passato, sta per giungere, e questo è sicuro come la morte che l’accompagna, certo come l’amore che la conduce; ma il futuro cui approderà sarà stato già deciso dal Sequestratore di Graal e dai suoi folli esperimenti.

********************************

Genere che di solito non leggo, ma questa volta mi ha fatto piacere fare uno strappo alla regola.
Alvares riesce in 434 pagine a tenerti con il fiato sospeso in ogni capitolo.
Libro ben strutturato, con una scrittura accattivante e particolare; la storia è molto bella, avvincente e non stancante o lento.
Mi auguro che lo scrittore pubblichi altri lavori perchè merita parecchio di essere letto :)!

Spero che la recensione possa esservi piaciuta ;)!

Alla prossima
Besos :*

Lexie

Recensioni

°°Recensione°° Time Deal di Leonardo Patrignani

Eccomi di nuovo qui con un’altra recensione.

Questa volta vi parlo di “Time Deal” di Leonardo Patrignagi che mi è sempre stato gentilmente inviato dalla Casa Editrice Dea Planeta Libri, che ringrazio ancora tanto.

Vediamo insieme com’è questa lettura.

********************************

51yssKDaeZL._SY346_

TITOLO: Time Deal
AUTORE: Leonardo Patrignani
PUBBLICAZIONE:  13 Giugno 2017
PAGINE: 229
PREZZO: 6,99€ ebook – 14,90€ Rigida
TRAMA:
Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora, una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali. La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre.

********************************

Primo libro che leggo di questo autore, famoso per la trilogia di “Multiversum”. Che devo assolutamente recuperare perchè ho amato lo stile di scrittura di Patrignani.

La storia gira intorno a diversi personaggi: Julian, che è assunto dalla ditta Synth con il suo amico Stan, preoccupato per la salute della sorellina Sara che è descritta in una maniera meravigliosa e con dei dialoghi a volte troppo “da grande” per una bambina; Aileen ragazza di Julian, affiliata alla TD Pharma e che non ama particolarmente le idee dei suoi genitori; Adam che cerca in tutti i modi di “affondare” i capi della casa farmaceutica che sta distribuendo il Time Deal.

Le vicende narrate si svolgono ad Aurora cittadina situata su di un isolotto, creatasi dopo una guerra nucleare. Qui la vita normale non è più la stessa; si, perchè da quindici anni la popolazione è divisa in due fazioni: la parte affiliata al programma TD Pharma e quella parte che non ha intenzione di seguire la massa.

La gioventù non è il futuro.
La vita eterna non è un sogno.
La gioventù è il presente.
La vita eterna è realtà.

Questo è lo slogan con cui viene presentato il Time Deal, farmaco miracoloso che impedisce al corpo di invecchiare donandoti la vita eterna.

Leonardo Patrignani ha l’abilità di dare spiegazioni scientifiche e farle capire anche ad un bambino. Mi sono incollata alle pagine e non mi ci sono più staccata. Modo di scrittura piacevole, fluido, a volte con termini specifici ma che nel contesto ti aiutano a capire invece di ostacolare la lettura. Le descrizioni dei luoghi o delle vicende, anche se lunghe, non sono mai noiose e non lascia nulla al caso. Personaggi presentati ed inseriti abilmente nella storia, ben strutturati ed ognuno ha il proprio spazio.

Devo dire che questo libro mi ha conquistata e, con il finale aperto che ha, spero nell’uscita del seguito quanto prima ;)!
Che aspettate??? Correte subito in libreria a prenderlo!!!

Spero che questa recensione vi sia piaciuta!

Alla prossima
Besos:*

Lexie

Recensioni

°°Recensione°° Playlist. L’amore è imprevedibile di Jen Klein

Buon pomeriggio Lettori,
come state? Piano piano ce la faccio a tornare ;)!

Oggi vi voglio parlare di un libro molto carino, che mi è stato gentilmente inviato dalla Casa Editrice DeA Planeta Libri, che ringrazio ancora infinitamente.

Vediamo un pochino di che cosa parla “Playlist. L’amore è imprevedibile” di Jen Klein.

********************************

9788851143008

TITOLO: Playlist. L’amore è imprevedibile
AUTORE: Jen Klein
PUBBLICAZIONE:  23 Maggio 2017
PAGINE: 374
PREZZO: 6,99€ EBook – 14,90€ Rigida
TRAMA: Che cosa c’è di meglio del momento in cui ti rendi conto che il liceo sta per finire e la tua vera vita sta per cominciare? Niente, June ne è convinta. Diciassette anni e le idee chiare sul futuro, non vede l’ora di lasciarsi alle spalle la cittadina in cui è cresciuta e tuffarsi a capofitto nella nuova avventura del college. Al contrario di Oliver, l’atleta più popolare della Robin High, che vorrebbe che l’ultimo giorno di scuola non arrivasse mai. June e Oliver non hanno davvero nulla in comune. Potrebbero non rivolgersi mai la parola. Potrebbero far finta di non conoscersi. E invece. Invece il destino ha voluto diversamente. Perché le loro madri sono amiche per la pelle e hanno deciso che Oliver accompagni June a scuola in macchina. Tutti i maledettissimi giorni. A un tratto, June e Oliver sono costretti a passare parecchio tempo insieme. Peccato che non abbiano niente, ma proprio niente di cui parlare. E allora decidono di mettere la musica. Ma cosa succede quando un’anima rock come quella di June ne incontra una pop come quella di Oliver? Una guerra! Una sfida per il controllo della playlist… finché non accade qualcosa di totalmente imprevedibile. Perché a volte basta la canzone giusta al momento giusto e tutto cambia.

********************************

Partiamo dal fatto che una storia d’amore deve sapermi prendere per farmi dire “oh, questo si che mi piace”. Bene, Jen Klein, insieme alla DeA che di libri di questo genere solitamente sa il fatto suo, è riuscita a farmi amare il romanzo.

Il racconto viene narrato dal punto di vista di June, una diciassettenne convinta che la vita sociale del liceo (feste, partite di football, ballo di fine anno) non sia importante. Oliver, invece, suo coetaneo è estremamente convinto che tutto ciò che succede negli anni del liceo sia qualcosa di importantissimo e vitale per u ragazzi. Due persone completamente diverse e con le proprie idee che si vedono costrette a “condividere” una parte della giornata, oltre a quella scolastica, insieme; si, perchè June non guida ed, essendosi trasferita da poco nel quartiere di Oliver, le loro madri, amiche fin dall’adolescenza, decidono che dovrà essere quest’ultimo ad accompagnare la ragazza tutte le mattine a lezione.

Nasce, cosi, un’amicizia che si trasforma poco a poco in un’attrazione tra i due.

L’autrice ha una scrittura semplice e lineare, non fa troppi giri per spiegare le vicende e ti coinvolge fin da subito all’interno della storia. I personaggi sono ben descritti, facendoti arrivare ad odiare le stesse persone che non sopportano i protagonisti. Un romanzo leggero che amerete sicuramente. Devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa ;)! Consiglio la lettura a tutti ;)!

Spero che questa recensione vi sia piaciuta e ci rivediamo molto presto con un’altra di un libro che mi ho amato *.*!

Alla prossima
Besos:*

Lexie

Recensioni

{Quattro giorni dopo- recensione}

Buon salve a tutti carissimi followers e buon inizio settimana!
Quest’oggi ho apportato delle piccole modifiche alla grafica del blog, spero vi piaccia! Stile molto libroso 🙂

Da come vedrete dal titolo del articolo, oggi parlerò di un libro intitolato Quattro giorni dopo, di Sarah Lotz.
vi mostro subito le sue credenziali:

9788842923701_0_170_0_75

TITOLO: Quattro giorni dopo

AUTORE: Sarah Lotz

GENERE: Giallo/thriller (che non è)

PAGINE: 379

ANNO: 2016

EDITORE: NORD

PREZZO: 18,00

TRAMA: Due anziane vedove, un medico, un blogger spregiudicato, un ex poliziotto, una giovane steward, un marito infedele: ognuno di loro nasconde segreti oscuri. E la verità verrà a galla quando saranno messi di fronte all’impossibile… Ai tremila passeggeri della Beautiful Dreamer, partiti da tre giorni per una crociera nel mar dei Caraibi, sembra davvero di vivere un sogno. Il quarto giorno, però, i motori all’improvviso smettono di funzionare, così come tutti i sistemi di comunicazione. Alla deriva in mezzo all’oceano, con le scorte di cibo e acqua che iniziano a scarseggiare e senza nessuna traccia di una missione di salvataggio, la situazione sembra volgere al peggio. Eppure non è finita. Una donna viene infatti trovata morta nella sua cabina e diverse persone lamentano i primi sintomi di una strana malattia. L’equipaggio cerca di mantenere la calma, tuttavia sempre più passeggeri vengono presi dal panico, mentre qualcuno arriva addirittura a ipotizzare che non ci sia niente di casuale in quell’avaria. Ma chi avrebbe potuto sabotare la nave? E per quale motivo, poi? Una sola cosa è certa: più passa il tempo, più nella mente di tutti si insinua il dubbio che qualcuno – o qualcosa – stia tramando nell’ombra perché nessuno esca vivo di lì…

PARERE?

Il mio parere su questo libro è..
che senso ha il finale? NESSUNO.
Al inizio mi piaceva come era scritto, la vicenda, la narrazione, i personaggi.. poi però qualcosa nella lettura si è incrinata. Non riuscivo a capire dove volesse arrivare l’autrice.
Perché da come avrete letto nella trama, la nave dopo 3 giorni di viaggio si è fermata. Può capitare che ci sia un guasto, un paio d’ore si risolve la cosa, ma questo libro mi faceva pensare un po’ al Titanic, nave che menzionano un pò di volte durante la narrazione. Ma ripeto, quello che io non capisco tutt’ora, e sono passati 4 giorni da quando l’ho finito, è stato il finale. trascrizioni di interrogatori con la polizia.
Ma dei superstiti? Del cadavere? perchè si, hanno ben pensato di uccidere una povera ragazza, innocente tra l’altro, ma sorvoliamo..
Perchè quando si parla di Gialli/thriller, vai a pensare che giustamente fanno indagini per trovare l’assassino e riuscirci. Di scene del genere ce ne sono state veramente poche e prive!!
Quindi io mi sono ritrovata a pensare che questo sia il peggior libro che io abbia mai letto e dargli un voto mi viene difficile.. perchè sarebbe un voto negativo al 100%.
E la cosa che mi dispiace è questa.. i personaggi erano descritti bene, mi stavano simpatici i protagonisti, Maddie e Xavier. Ma solo questo non basta.
Quindi, carissima Sarah, mi dispiace, ma per me è un grandissimo NO!

Purtroppo i libri non sono tutti belli, c’è chi è talmente bello da volerlo rileggere subito dopo averlo finito, e chi invece vorresti bruciare tanto ha fatto schifo. Fortunatamente non ho speso per sto libro, perchè ho trovato l’ebook su internet, ma shame on me per averlo portato a termine.
Con questo è tutto, alla prossima.
Vale.

Recensioni

°°Recensione°° Tredici di Jay Asher

Buon pomeriggio,
dopo una serie di segnalazioni, arriva anche una recensione. Questo penso che sarà la più difficile e la più lunga.

In questo post parliamo del libro “Tredici” di Jay Asher. Vediamo insieme le informazioni del romanzo.

********************************

PCJ07download (1)

TITOLO: Tedici
AUTORE: Jay Asher
PUBBLICAZIONE: 1^ – Settembre 2008
                                  2^ – 14 Marzo 2017
PAGINE: 229
PREZZO: 6,99€ ebook – 17,00€ Brossura
TRAMA:  Al ritorno dalla scuola, Clay Jensen trova davanti alla porta di casa un pacchetto indirizzato a suo nome, senza mittente. Dentro al pacchetto ci sono sette audiocassette numerate con dello smalto blu e una piantina della città. Durante l’ascolto Clay scopre che a registrarle è stata Hannah Baker, la ragazza di cui lui è stato sempre innamorato, ma che si è suicidata due settimane prima della consegna. Hannah aveva registrato tredici vicende della propria vita (una per ogni lato), raccontate dal suo punto di vista e ognuna dedicata a una singola persona con la quale aveva avuto a che fare. Le tredici vicende rappresentano i tredici motivi per cui la ragazza ha deciso di suicidarsi. Clay comprende di essere anche lui uno dei tredici motivi e ascolta uno a uno i racconti per capire quale ruolo abbia svolto…

********************************

Storia un po’ particolare. Hannah Baker si è suicidata e, prima di arrivare a questo estremo gesto, registra su delle cassette i tredici motivi che l’hanno portata a pensare alla morte. In questi nastri troviamo anche la storia di Clay Jensen che si ritrova la famosa scatola di scarpe contenente le registrazioni sotto il portico di casa.
Dal momento in cui il ragazzo inizia ad ascoltare la voce di Hannah uscire dalle casse di un vecchio stereo di suo padre, si rende conto di essere coinvolto nel suicidio della ragazza e che, ormai, non c’è più nulla da fare.
Gli si incolla addosso un senso di colpa ed impotenza tale da farlo vagare, a volte inconsciamente, per tutta la città per tutta la notte, fino ad arrivare al momento cruciale.

Clay scopre la verità di Hannah, di suoi compagni di scuola e di alcuni adulti che vivono a stretto contatto con loro.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Che posso dire, un libro che mi ha tenuta col fiato sospeso fino alla fine. Terminato in meno di una settimana ed ognuno dei tredici motivi mi ha fatta pensare.

E’ scritto in maniera semplice, senza paroloni e, soprattutto, va dritto al sodo.
Leggiamo dal punto di vista di Clay che è alternato al corsivo delle registrazioni; nel libro è l’unico, a parte un altro personaggio, di cui vediamo gli effetti dell’ascolto delle cassette.

L’autore affronta diversi argomenti come bullismo, stalking, violenza, suicidio con estrema chiarezza, facendoti rendere conto di quanto una persona possa realmente soffrire dovendo affrontare tutto questo in solitudine.

Subito dopo aver letto il libro, ho visto la serie tv che mi ha spiazzata più del romanzo. Si perchè nello scritto hai solo la verità di Hannah; mentre, i produttori, nel renderlo reale hanno spaziato su diversi personaggi, come Justin o Jessica, facendoci vedere le conseguenze di quello che i nastri hanno provocato sui ragazzi. Vengono anche inserite, ovviamente, informazioni nuove rispetto al libro che, sicuramente porteranno ad un rinnovo dello show, hanno arricchito in positivo la storia.
Leggere e, soprattutto, vedere alcune scene è stata dura; la scena del suicidio, che nel libro è solamente accennata da Clay, è diversa da come è stata realizzata nel telefilm. E’ raro che vengano fatte vedere immagini cosi reali di un suicidio e ti lasciano basita davanti allo schermo.

È un libro che consiglio di leggere a tutti, ti fa riflettere, ti aiuta a capire, ti immerge in un mondo che è sottovalutato per molti aspetti. Di Hannah Beker ce ne sono molte in giro, ma noi non lo sappiamo. Sta a noi far si che queste persone capiscano l’importanza della propria vita, che non sono sole, che possono essere aiutate. Attenti a ciò che dite, che fate, che scrivete; perché non sapete cosa realmente sta provando la persona che avete davanti e, soprattutto, non avete idea di come essa possa reagire in seguito.

Spero che questa recensione possa avervi fatto venir voglia di leggere il libro. Si merita il successo che sta avendo.

Alla prossima
Besos :*

Lexie

Recensioni

°°Recensione°° Misteriosi lasciti e oscuri doni di Giulia Anna Gallo

Buon pomeriggio cari Lettori,

Quest’oggi sono qua per proporvi una recensione di un libro che mi è stato gentilmente inviato dalla Casa Editrice Dunwich Edizioni che ringrazio ancora per la disponibilità e per la pazienza. Il libro in questione è “Misteriosi lasciti e Oscuri doni” di Giulia Anna Gallo, ma passiamo subito a vedere le generalità del libro ;)!

********************************

51SM05HwTFL

TITOLO: Misteriosi lasciti e Osuri doni
AUTORE: Giulia Anna Gallo

PUBBLICAZIONE: 27 Settembre 2016
PAGINE: 126

PREZZO: 2,99€ ebook – 8,90€ Brossura

TRAMA:  Tahar Mehenni, orfano fin dall’infanzia e principe degli stregoni, non è più lo stesso dalla morte della sorella Zora. Gli ultimi dodici anni per lui sono stati una vera e propria agonia, e non solo a causa dell’inevitabile dolore dovuto alla perdita di tutti i suoi cari, ma anche per via del vuoto senza nome che percepisce nel profondo e di cui non riesce a liberarsi. Nonostante il tempo lo abbia aiutato a elaborare il lutto, avverte l’inspiegabile mancanza di qualcosa di indefinito. Quando il re suo zio lo incarica di indagare sulla natura di un sortilegio scagliato ai danni di una piccola cittadina del Nord Italia, Tahar accetta quasi per inerzia. Ancora non sa che tra le vette innevate di quelle montagne si celano segreti di vecchia data e, ad attenderlo lì, c’è il destino a cui finora si è sottratto senza saperlo, più complesso e pericoloso di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

********************************

La storia di Tahar è molto tormentata. Non si da pace per la morte della sorella Zora addossandosene la colpa, ma quando viene inviato dal re degli stregoni, suo zio, in un paesino del Nord Italia scopre che in realtà tutto cio che gli era stato detto erano solo illusioni. Viene a capire alcuni fatti e riscopre sulle montagne un’amore perduto.

Lo stile di scrittura di Giulia è molto fluido e ti tiene incollato alle pagine; devo dire la verità, mi sono addormentata un paio di volte con il telefono in mano :D!
Pur non avendo letto il primo libro, questo volume si legge tranquillamente come un’inizio di storia. Sicuramente, tra non molto recupererò anche il precedente.

I personaggi sono ben strutturati e descritti. Tahar, il protagonista, è stato creato in maniera perfetta, introspettivo, profondo e l’autrice riesce a far capire la sofferenza che prova con una semplicità meravigliosa. In più le descrizioni dei paesaggi sono magnifiche.

Detto questo, dopo aver letto due storie completamente diverse di Giulia, devo dire che attendo con impazienza un suo nuovo scritto ;). Vi consiglio sicuramente la lettura della saga perchè, da quel poco che ho letto, merita moltissimo. Ho amato anche la copertina ;).

E’ stato un piacere tenervi compagnia con questa recensione e spero che vi sia piaciuta.

Alla prossima
Besos :*

Lexie